NOVITA': FELPE E MAGLIETTE DEL FORUM >> CLICCA <<

Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Tutti i difetti riscontrati in un unica sezione
Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 08/05/2019, 13:22

Buon Gorno,
porto la mia esperienza non solo per condividerla ma anche per capire se sorte similare posa esser occorsa ad altre moto.

Ho acquistato nell'ottobre del 2016 una Ducati Scrambler Urban Enduro (a parte la censurabile circostanza di aver speso oltre 10.000,00 euro per una moto già destinata ad uscire dal mercato poichè eliminata dalla vendita appena un paio di mesi dopo il mio acquisto) moto che sin da subito ha palesato diversi problemi questi, nonostante la mia enorme pazienza e la disponibilità dimostrata dall'Officina Ducati della Manzo Moto in Angri (Sa), mai sopiti.

Sin dall'inizio ho avuto seri problemi alla frizione, poi apparentemente (la problematica della frizione da un poco comincia a ripresentarsi) risolti, dietro mie insistenze ed anche difficoltà (uso la moto quotidianamente per i miei spostamenti di lavoro) per essere stato spesso costretto a lasciare la moto all'Assistenza Ducati la quale dista (Angri - Sa) molti chilometri dalla mia città (Napoli) ed ogni volta lasciare la moto ed andare a riprenderla ha comportato, e comporta, tempi e costi non indifferenti non avendo mai avuto a disposizione una moto sostitutiva.

Successivamente a ciò, ma fin quasi da subito, la moto ha palesato ulteriore, e ben più grave e pericoloso, problema rappresentato dalla circostanza che il veicolo tendeva, e tende ancora, a spegnersi, qualche volta in rilascio ed altra in accelerazione, sia a freddo che a caldo, e solo grazie alla mia esperienza (sono in moto da oltre 40 anni e con oltre 250.000 km sulle spalle) sono riuscito ad evitare seri problemi (una moto che si spegne in curva e/o in sorpasso è cosa grave e desta una grande preoccupazione, anche perchè sono spesso in compagnia di mio figlio e/o di un collaboratore....quindi resta ancora più difficile "tenere in piedi" una moto in marcia con tendenza a spegnersi improvvisamente), vizio mai risolto, nonostante frequenti "visite" in Assistenza fuori Napoli ed anche nonostante l'acquisto, come consigliato per la nota fame d'aria del motore Ducati, di un terminale Termignoni con mappature dedicata ed ulteriori, ed anche, recenti, accessi in officina.

Nè sorte diversa ha sortito una mia telefonata al Call Center Ducati tempo or sono nel momento in cui parlai con una signora la quale mi consigliò di tornare in Assistenza, lasciare la moto, riprenderla successivamente agli interventi dell'Officina, attendere qualche mese con la garanzia, a dire della Ducati, che la stessa Ducati e l'Assistenza in Angri si sarebbero interfacciati per verificare la migliore soluzione al problema.

Detto fatto, ma l'ulteriore visita alla Assistenza (fui costretto a lasciare la moto per diverse settimane, con grave pregiudizio e senza sostitutiva) non ha dato gli effetti sperati atteso che nel riprendere il veicolo il fenomeno si è ripresentato puntualmente, a volte in rilascio, a volte in accelerazione, a volte a caldo a volte a freddo, senza nessuna soluzione apparente ed ho cercato, pur se a tutti nota la problematica (la Ducati mi aveva promesso un fattivo interessamento e che mi avrebbe ricontattato per studiare sinergie diverse..ma mai telefonata pervenne), di ovviare, per la necessità di dover usare la moto, nella speranza che si attenuasse il problema ed in attesa di un nuovo contatto Ducati, questo mai intervenuto.

Da ultimo, sempre negli ultimi mesi (ed anche tale problematica sarebbe stata, a dire dell'Assistenza, affrontata e risolta) la moto si è spesso messa ad un cilindro, qualche volta tornando spontaneamente a due ed altre solo sostituendo, sempre a mie spese, una delle candele.

Allo stato, però, stanco di questo inutile stallo, con una problematica che si presenta sempre più spesso, con la necessità di dover usare il veicolo, con la difficoltà a sostenere (ed aspettare inutilmente soluzioni che non arrivano) tale folle ed astrusa situazione e la quotidiana pericolosità nell'uso del veicolo, settimane fa ho inviato alla Ducati due Pec ed una e mail ordinaria con le quali --- nel ricordare tutto ciò e con riserva di qualsiasi azione legale (pur essendo avvocato ho cercato di evitare il ricorso alle vie legali nella necessità di usare la moto...ma a quanto pare non è servito a niente) ---- alla luce degli evidenti vizi che da sempre inficiano l'uso della moto e ferma qualsiasi riserva per danni e di risoluzione dell'intervenuto acquisto, ho messo a disposizione della Ducati Casa Madre la mia moto nella necessità che si provvedesse (oltre ad una verifica definitiva alla frizione, alla sostituzione della moto, del motore, del corpo farfallato o di qualsiasi altro pezzo utile a rendere la moto dopo due anni, funzionante) alla normale messa su strada ed in sicurezza del veicolo, evidenziando che, previamente, avrei dovuto essere dotato, sin da subito e sino alla soluzione definitiva della problematica, questa da anni nota e verificata dalla stessa Assistenza in Angri, di una moto sostitutiva di pari livello, preannunciando alla stessa Ducati che in difetto di immediato fattivo riscontro (fermerei la moto per la pericolosità insita) e/o di conferimento di moto sostitutiva avrei provveduto a noleggiare una moto di pari livello al fine di potermi muovere liberamente, con costi da porsi, di poi, a loro carico.

La diffida, la prima partita circa venti giorni fa, è rimasta lettera morta, se non una mera telefonata con la quale (ho chiesto una risposta scritta...mai arrivata) la Ducati una settimana fa circa giorni fa mi invitava a portare la moto in Assistenza in Angri (sarà per la decima volta) promettendo (come da anni) un impegno risolutore e garantendomi, sempre verbalmente, che in qualche modo (ma senza specificare nulla) l'Assistenza si sarebbe adoperata nel tentativo di non lasciarmi a piedi (a prescindere la necessità di tornare nella mia città)......ho chiesto, prima di imbarcarmi in questa ulteriore avventura carica di fastidi e spese, di mettere tutto per scritto, compreso il riconoscimento (nel frattempo, avevano già preso atto dalla cronistoria e del contatto intervenuto con l'assistenza e dei numerosi accessi in officina) della problematica (verbalmente riconosciuta) e l'impegno (Casa Madre o Assistenza) a mettere a disposizione per il tempo necessario una moto sostitutiva..in difetto non mi sarei recato, per l'ennesima volta e dietro mere assicurazioni verbali, ad Angri, con costi a mio carico e rimanendo per l'ennesima volta, senza moto.

L'interlocutore ha prima tentennato poi dietro mie insistenze, sostenendo di non averne i poteri, si è momentaneamente assentato per di poi impegnarsi a farmi avere SUBITO qualcosa di scritto così da consentirmi di portare, quanto prima alla luce della pericolosità dei difetti rinvenuti, la moto in assistenza sino ad Angri, tornare in città non con mezzi, e costi, a mie spese ma con una moto in sostituzione e con un impegno a risolvere il tutto entro un breve periodo...sono passati diversi giorni e la Ducati è nuovamente scomparsa......pessima, ed ultima, esperienza con la Ducati..mi fa solo piacere che è passata nelle mani dell'Audi...così evito di parlare male, anche se a ragione, di un prodotto italiano.

Da ultimo, ho inoltrato questo msg alle principali testate giornalistiche di moto italiane, ed anche una Pec all'Audi...qualcosa si muoverà ?

Bah..nel frattempo io sono a piedi !

Garzie per l'attenzione.

Lamps a tutti.

Sergio

Advertisement
Desmopiv78
rank1
Messaggi: 56
Iscritto il: 17/07/2018, 21:21
Nome: Francesco
Località: Pagani sa
Scrambler: Icon
Altre moto: No

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Desmopiv78 » 10/05/2019, 0:22

Ciao Sergio! mi dispiace per la disavventura che stai vivendo...hai fatto bene a fare questa procedura...ma la moto è ancora in garanzia? Io ho preso un icon da un mese...e proprio ieri ho esteso la garanzia di due anni.. da quello che leggo su questo forum (compreso il tuo caso)di problemi ce ne sono.speriamo bene .io abito proprio a tre km da ducati Salerno Mario Manzo..siamo vicini (quasi) :lol: lamps

Avatar utente
Marko72
rank4
Messaggi: 9366
Iscritto il: 28/04/2015, 16:33
Nome: MARKO
Località: BARI
Scrambler: Desert Sled

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Marko72 » 10/05/2019, 18:32

Caro Sergio, oltre a manifestare il mio dispiacere per la tua disavventura, mi preme dirti che la Urban e sicuramente la più bella e più riuscita della prima serie Scrambler e che nonostante L uscita da catalogo rimane sempre una gran moto.
Detto questo piccolo pensiero personale, mi sorge il dubbio che L Assistenza non ha lavorato poi tanto bene , non meno di due mesi fa, in concomitanza di un cambio batteria , con relativa richiesta di soccorso del carro attrezzi, Ducati mi ha contattato per mettermi a disposizione un auto sostitutiva per ben 4 gg. Non avendone necessità ho ringraziato è rifiutato facendo gentilmente notare che avrebbero (loro o il dealer ) dovuto mettere a disposizione una due ruote e non 4 ( sono pignolo e rompicoglioni :D ).
Ti ho raccontato questa piccola vicenda sciocca perché mi sembra strano che a fronte dei tuoi grossi problemi nessuno si è fatto avanti, Concessionario in Primis, visto che fino a prova contraria la moto L hanno venduta loro.

Secondo me , se ne hai possibilità, cambia Service perché qualcosa non mi torna.

Per un piccolo problema alla pompa freno anteriore alla Desert, il mio Service ha richiesto e ottenuto la visita dell’ispettore tecnico che ha poi decretato la sostituzione in garanzia.........

Nel tuo caso dovrebbero offrirti un MULTISTRADA :lol: :lol: :lol:

Ti auguro di risolvere tutto e nel miglior tempo possibile

Buona strada
M
MEGLIO UN TRAVERSO OGGI.....CHE UN DRITTO DOMANI.......!!! :shock:

Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 16/05/2019, 19:55

Giusto un aggiornamento…

La Ducati è scomparsa !! :-(

Una sola telefonata oltre due settimane fa, poi il nulla, nessun intervento, nessuna moto di cortesia, nessun contatto…

Comportamento folle...il silenzio assoluto ….alla faccia della professionalità e serietà tedesca…

Bah

Avatar utente
motoniko77
rank2
Messaggi: 294
Iscritto il: 22/09/2017, 9:12
Nome: Nicola
Località: Prov. TO
Scrambler: Sixty2

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda motoniko77 » 22/05/2019, 11:08

Sergios ha scritto:Giusto un aggiornamento…

La Ducati è scomparsa !! :-(

Una sola telefonata oltre due settimane fa, poi il nulla, nessun intervento, nessuna moto di cortesia, nessun contatto…

Comportamento folle...il silenzio assoluto ….alla faccia della professionalità e serietà tedesca…

Bah


Non avere pietà, a questo punto incarica un avvocato...
Never stop exploring

Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 01/06/2019, 20:41

Infatti...mi sono auto conferito il mandato..sono un avvocato :-)
Dopo tanto "muso duro" e tante Pec :-) la Ducati mi ha contattato, l'Assistenza ha preso in carico la moto e la Concessionaria mi dato una moto di cortesia al momento a tempo indefinito..e la ringrazio.
La Husqvarna 701 (era una demo a prezzo interessante) è stata venduta, ho provato la 401...una fantastica bicicletta che tocca, quasi graniticamente, i 180 km orari..forse troppo piccola anche se la piccola cilindrata non si nota per la possenza ed il gran equilibrio del mono.
Provata per qualche ora (la avrò tra poco per un paio di giorni) la Ktm 790 Duke bicilindrico...qualche perplessità sulla sagoma del serbatoio, ma tanta roba, tanta meccanica,tanto telaio e tanta elettronica..ma...la moto di cortesia consegnata è una "fiammante" gialla Scrambler Full Throttle di ultma generazione con 300 km all'attivo...cosa dire..sicuramente meno "fascinosa" della mia Urban Enduro ma altra moto (o forse perché la mia va veramente uno schifo), briosa, divertente, reattiva, nonostante i pochissimi km all'attivo…..quasi quasi..se la Ducati si prende la mia e mi fa un grande sconto...qualcuno di voi ha questo modello e come si trova ?
Lamps a tutti

Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 08/07/2019, 19:41

Ciao a tutti…..
Vi do un aggiornamento…
Non c'è aggiornamento :(
La moto è ancora dal Concessionario, sto usando la moto di cortesia avuta, dopo tremila storie, uso che qualche rognetta mi da, non tanto e non solo perché son arrivato (ricevuta a circa 300/400 km.) ad oltre 1200 km. e penso bisognerebbe fare il primo tagliando, anche se l'Assistenza, da me chiamata, della Concessionaria mi ha "garantito" qualche altro centinaio (max 1600) di km di percorrenza… bah..oltretutto (pur ritenendo che la nuova trottle gialla..2019..sia più divertente della mia Urban, pur se mappata a scatalizzata) ho qualche remora a tenerla oltre, mi sposto molto per lavoro con la moto, ma la due ruote di cortesia non è mia e non è assicurata per il furto e ciò in qualche modo mi "frena" sull'utilizzo.
Nel frattempo, perla delle perle, ogni tanto mi chiama il Call Center Commerciale della Ducati (in Roma) e mi chiede informazioni della moto, se sono a conoscenza di eventuali novità, se l'Assistenza ha ordinato qualche pezzo di ricambio, se ha smontato il motore…..loro non sono a conoscenza di nulla e non possono, dicono, interargire con l'assistenza della Concessionaria poichè loro Area Commerciale e l'altra Area Tecnica ! Bah...passata ai tedeschi è andata peggio...son loro così o hanno ereditato la nostra inutile ed eccessiva burocrazia e scaricabarile ….l'avventura continua...vi aggiorno...forse, se mi aggiornano.
Buoni (caldi se non roventi, tra il caldo e la scodella della Scrambler) giri a tutti
A presto.
Sergio

Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 28/09/2019, 21:06

Ciao..ecco l'aggiornamento…
bisogna sostituire pistoni e cilindri, verticali ed orizzontali, della mia Urban Enduro anno ottobre 2016 circa 11/12000 km...con vari accessori (scarico Termignoni race con mappatura, mono ohlins giallo, borsa dx originale ducati con telaio, parabrezza Dart e piccolo portapacchi trasparente Givi) ferma da quattro mesi in officina, con la casa madre e la Concessionaria che "discutono" ...quest'ultima, pur di definire il contenzioso, mi lascerebbe la moto di cortesia che mi ha dato, una nuova Full Throttle gialla (con qualche piccola parte di nero) marzo 2019 a me data quale sostituiva con 280 Km a giugno ed oggi con circa 2700 km, con una differenza di 2000/2500 euro...dilemma…..moto nuova con garanzia, qualche cavallo in più con una ciclistica forse più equilibrata ma "perdo" le ruote a raggi, gli accessori (e probabilmente lo scarico su euro 4 non potrebbe montare, ma tanto la Full ha già il Termignoni doppio nero) e, secondo me, anche se fuori produzione, la livrea più bella in assoluto della scrambler ed oramai fuori garanzia..dilemma ?
Cosa ne pensate?
Lamps

Avatar utente
sax1960
rank3
Messaggi: 1350
Iscritto il: 24/07/2017, 12:08
Nome: Sax
Località: Milano
Scrambler: Urban Enduro

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda sax1960 » 30/09/2019, 18:55

Io sono di parte ovviamente ma ti pedi questo:

Immagine

Vedi tu
Rumbler Scrambler
La mia bimba: https://postimg.cc/D4kXqYfg

Sergios
rank1
Messaggi: 84
Iscritto il: 11/10/2016, 18:05
Nome: Sergio
Località: Napoli
Scrambler: Urban Enduro
Altre moto: Fj1100-V35-Vespa150SV-Brutale

Re: Ducati Scrambler ed Inefficienza Casa madre

Messaggioda Sergios » 07/10/2019, 14:56

Ciao...
tutto risolto...preso (anche se la voglia di cambiare.....è una mia "abitudine" dopo 4/5 anni cambiare moto cercando tra le marche sino a quel momento mai provate...moto non era ancora tanta ma sicuramente proiettata altrove) la Yellow datami dal Concessionario )Mario Manzo Moto di Angri) dallo scorso maggio quale moto di cortesia, la quale ebbe a consegnarla al sottoscritto con soli circa 230 km.
Ho amato ed amo ancora molto, la.livrea della Urban e le ruote a raggi, ma è stata una moto che dal primo momento ha presentato molte problematiche e la Yellow (la mia ad ottobre tre anni) nuova, produzione anno 2019, ed evidenti, tra qualche cavallo in più e qualche intervento sulle quote e qualcos'altro, le differenze con la prima serie.
La Concessionaria si è dimostrata disponibile e l'operazione mi è costata una somma di poco superiore ai 2000 euro oltre il passaggio di proprietà non avendomi accollato il primo tagliando fatto un mese fa quando la moto era ancora loro ma.nella mia totale disponibilità.
Altamente censurabile, invece, il comportamento della Casa Madre, sfuggente, reticente, sei mesi di inutili telefonate, mai un riscontro scritto, mai una posizione, mai un interlocutore diretto (una sola volta poi desaparecido anche lui) sempre con Call Center, dedicati della Ducati sicuramente cordiali, ma senza poteri, senza soluzioni...non servono a nulla....solo a far perdere tempo.
Alla prossima...
Lamps..


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 2 ospiti